Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Storie di donne e di Puglia

Genere: Narrativa
Collana: Di terra di mare
Editore: Andrea Pacilli Editore
Pagine: 154
ISBN: 9788896256565
Distribuito: Messaggerie
Anno: 2015
NIC: 5
Note: Con prefazione di Diego Abatantuono

10,00

Acquista
  5 / 1
ScarsoOttimo
Visualizzazioni: 1038

 

Abstract

Due amanti ed il loro scandalo fiabesco e perduto; una "guaritrice" vittima della modernità. Due storie, due nomi di donne ed un cronista barese che somiglia a Lucio Dalla in cerca di guai e di magia. Una metafora sull'epica e sul senso del sacro del Meridione.

"Metà del Giambellino, il quartiere di Milano dove sono nato era pugliese. Il Giambellino era distante dal Gargano [...] Per andare in Puglia non facevamo l'autostrada. Duecento chilometri al giorno o giù di Ti. Con calma. Il mondo andava più piano." (Dalla prefazione di Diego Abatantuono)

"È arruete lu timb ca li carrozz camminene senza cavadd. Po è arruà lu timb ca li cavadd vularrann. È arrivato il tempo che le carrozze camminano senza cavalli." Arriverà il tempo che i cavalli voleranno.